Compliance news

Il Garante privacy sanziona Uber per il non corretto rilascio dell’informativa privacy e la mancata acquisizione del consenso degli interessati

I fatti   Il Garante privacy aveva contestato a UBER B.V. (di seguito UBV), con sede legale in Amsterdam, e a UBER Technologies Inc. (di seguito UTI), con sede legale negli Stati Uniti d’America), la violazione di alcune norme in materia di protezione dei dati personali. In particolare, dal relativo procedimento sanzionatorio nei

Continua a leggere >

Il Garante Europeo della Privacy vuole riformare il GDPR

Secondo il garante europeo della privacy Wojciech Wiewiórowski occorre intervenire sul regolamento per la protezione dei dati per renderlo più efficace e risolvere le storture delle sue applicazioni.   Il Garante europeo della privacy vuole un cambio di passo sul modo in cui il regolamento europeo sulla protezione dei dati, il GDPR, viene fatto rispettare in

Continua a leggere >

Le relazioni tra GDPR e la Norma ISO/IEC 27001

Il GDPR richiede alle organizzazioni di adottare misure tecniche e organizzative appropriate, tra cui anche politiche e procedure, per proteggere i dati personali che trattano. La Norma ISO/IEC 27001 “Sistemi di gestione della sicurezza dell’informazione – Requisiti” fornisce una serie di requisiti per ridurre la perdita di riservatezza, integrità e disponibilità. Tale standard

Continua a leggere >

Webinar gratuito: “2022 Odissea nella Cybersecurity”

Con la partecipazione di In un momento storico in cui ci sentiamo fragili e facilmente attaccabili dal lato informatico vi proponiamo Webinar gratuito “2022 Odissea nella Cybesecurity” Come difendersi dagli attacchi informatici Mercoledì 29 giugno dalle 14:30 alle 15:30 Con l’obiettivo di fornirvi un’analisi dei rischi dal punto di vista informatico e normativo,

Continua a leggere >

Privacy a rischio nelle app insospettabili

Le app che scarichiamo sui nostri cellulari ci facilitano la vita e ci offrono comodi servizi, che però non sono gratuiti.   Anche se ufficialmente l’applicazione non ha costi di attivazione e non richiede abbonamenti, noi cediamo ai suoi titolari una fetta della sovranità sui nostri dati, cioè forniamo nostre informazioni personali, rinunciando

Continua a leggere >

Commissione UE: avere accordo con Usa sulla privacy mostrerà visione comune

Reynders: “Con testo in prossime settimane svolta per fine anno”   BRUXELLES – Sul Privacy Shield, l’accordo Ue-Usa che tutela l’utilizzo dei dati personali degli europei trasferiti oltre oceano, “se riceviamo il testo dagli Stati Uniti nelle prossime settimane, sarà possibile entro la fine dell’anno, nel primo trimestre dell’anno prossimo, concludere questa procedura

Continua a leggere >
Social network

I nostri articoli: