Illeciti e sanzioni GDPR: firmato il protocollo d’intesa fra Garante e Procura di Roma


E’ stato sottoscritto e pubblicato in data 8 gennaio 2019 il protocollo d’intesa fra La Procura della Repubblica di Roma e il Garante per la protezione dei dati personali relativo all’attuazione delle nuove norme sulla protezione dei dati personali introdotte dal d.lgs. 101 del 2018.
Nel breve documento ci si concentra sul ruolo della procura ed in particolare su quale sia il suo ruolo in caso di riscontrato illecito: il pubblico ministero sarà tenuto ad informare senza ritardo il Garante qualora abbia notizia di specifici reati in materia di protezione dei dati personali, consentendo quindi il migliore esercizio dell’azione di accertamento di eventuali illeciti e coordinando nella maniera più efficiente i procedimenti sanzionatori penale e amministrativo.
Per garantire la celerità dell’informazione è stato quindi concordato che alla comunicazione sia tenuto il pubblico ministero assegnatario del procedimento e non il Procuratore della Repubblica.
Nel protocollo d’intesa trova inoltre spazio un appunto sull’importanza del segreto investigativo in relazione al procedimento penale, così che l’azione di vigilanza amministrativa possa essere proficua ed effettiva.
Tale documento ha efficacia biennale ed è soggetto a rinnovo tacito, salvo contrario avviso delle parti.

Fonte: https://www.garanteprivacy.it/